4/07/2006

Avanti brutti !




La politica è brutta.

Guardiamo dritto in faccia Berlusconi, e ci rendiamo conto di poterlo fare solo se non portiamo i tacchi

-a meno che non vogliamo osservarlo dall' alto verso il basso, orientamento politico a parte -




Spostiamoci su Prodi, ma solo se il giorno prima abbiamo dormito per almeno quattordici ore, se non vogliamo essere narcotizzati dalla parlantina rallentig dell' esimio, - orientamenti politici a parte- il primo ad annoiarsi riascoltandone le registrazioni.

Proviamo a sforzarci di credere che Rosy Bindi sia così, perchè come ogni donna che ottiene ciò che vuole, si accomoda e dimentica di rendersi in qualche modo appetibile. Tentiamo di non cadere nella maledizione del sentidachepulpito- visto che forse neppure la gran parte di noi somiglia alla Seredova.

Ma come si fa a non ripensare all' antiesteticità persino nei nomi della politica, quando ci imbattiamo in Pecoraro Scanio?!

Eppure non desistiamo, mandiamo giù anche il neo, amaro, tuttaltro che alla Marylin, di Walter Veltroni, e piuttosto ci preoccupiamo per quelle labbra che " Dove sono, dove sono? " ci inerroghiamo ormai da tempo.

Daltronde poi come non commuoversi di fronte allo sguardo di Buttiglione da Winnye the Poo rattristato? Quasi vorremmo si riappropiasse dei diritti sul cartone animato per ritrovare quella gioia perduta.

E vogliamo dimenticare come le fattezze di Fassino ci sensibilizzino al punto tale da rievocare nei nostri cuori il problema della fame nel mondo?

Sarà anche brutta, ma la politica è questione seria.

Certo...la Livia Turco potrebbe smetterla di portare gli occhiali calati fin sulla punta estrema del naso, ma tanto lei promuove una politica materna, e quello è ciò che conta.

Certo...rimane alquanto demodè la montatura spessa delle lenti dell' Emma Bonino, ma intanto resta in perfetta linea con il procrastinare gli anni ' 70 finchè morte non li separi.

E perdoniamo il rivolo di bava sul labbro inferiore di Bossi, perchè fa parte della specie, non si è mai visto un pitt bull inquieto senza eccesso di salivazione!

Magari consiglieremmo una camicia Armani all'onorevole Casini, che non un pullover salmone o grigio cielo nuvolo che fa tanto ' ho gli stessi elettori di Povia ' - e per fortuna a volte capita di vederlo col colletto, anche senza l'aiuto di Armani -

Ma come sopportare la vista del monociglio di Gasparri, ancor più illuminata da certe due signoreborsecosì sotto gli occhi, che nemmeno la Levi di Montalcini! Certo però siamo comprensivi, quelle sono disgrazie non da poco: praticamente nascere con le occhiaie....

E infondo, ci assale un senso di malinconia di fronte al ciuffo Little Tony stile del Calderoli.

Eppure la politica è sempre più brutta.

Basta guardare il collo di Storace per rendersi conto che non c' è.

Osservare Mrs Rottenmeyer Moratti per accorgersi della scomparsa della femminilità se pure ciò che resta è vestito in gonnella.

Ma che diamine! Non possiamo essere così crudeli!

Cerchiamo di accettare che l' onorevole Santanchè non abbia scoperto il potere di un trucco leggero e sfumato, mentre ancora punta sulle linee di demarcazione forti.

Daltronde esistono: la Primavera di Rutelli, la Venere della Prestigiacomo, le Ninfee della Melandri, della stessa Mussolini - a meno che non decida di sproloquiare una certa irascibilità con un parlare poco pulito -

Esistono i laghetti alpini al posto degli occhi di Bertinotti, di un Pannella dei tempi d' oro...

E' ammesso addirittura un Fini, per il dono della parola, per un certo carisma da camera da letto, da contendersi con quel micamale di Dalema, per chi si accontenta.

Va bene così, qualche belloccio non manca.

Se poi riuscisse lei...avremmo la vera punta di diamante...

Mara Carfagna, direttamente da Davide Mengacci con amore, se tralasciamo un curriculum da miss, e da impeccabile padrona in casa Guardì.

Ma non cadiamo in tentazione.

NO alle diete

NO alle cremine antirughe

NO alla moda fashion

NO alle liposuzioni

PER CARITA' NO agli sguardi carismatici e intriganti

E che diamine, stiamo parlando di politica!

Non possiamo fantasticare notti calienti con Cofferati, siamo in Italia, mica di fronte a Clinton!

Ma poi ce la immaginiamo? La camera dei deputati come la notte dei Grammy Awards!

Inammissibile, una frivolezza intollerabile.

Cerchiamo di accettare il fatto che l' occhio non vuole la sua parte. E che per sperare in una carriera parlamentare

- nessuno ancora ce lo ha mai detto, ma i fatti parlano chiaro -

bisogna essere BRUTTI. Altro che coglioni: il più brutto possibile.

La bellezza è un potere da dietro le quinte, madame Pompadour ne sapeva qualcosa.

Sono i brutti che si espongono, governano e parlano al popolo. Luigi xv ne sapeva ancora di più.

4 Comments:

  • At 2:13 PM, Anonymous Valerio said…

    veramente un bell'articolo! mi hai fatto divertire!!!!! l'ho letto d'un fiato! solo un rammarico...ma Rutelli?! non l'hai nominato?! continua sei forte Patatina!

     
  • At 8:27 PM, Blogger Sara said…

    Ma come no?...Figura come 'la primavera di Rutelli', nel senso che fra tutti è talmente il più bello che è come quando dopo il gelido inverno arriva finalmente lo splendore del primo sole caldo!

     
  • At 8:22 PM, Anonymous fabrizietto said…

    qualcuno te lo sei scordato/a, Vladimiro Luxuria....che mi dici di costei /costui ????

     
  • At 6:03 PM, Blogger Sara said…

    Che infondo è un bel trans dai..
    naso a parte..
    Ma vuoi mettere con Helena Velena??
    ..Il candidato/a della Rosa nel Pugno?..Quello/a sì che ha il doppiomento, le doppie punte, i capelli crespi e la parlantina alla condomine becera!!
    Del resto, uno/a che se ne esce così con Vladi :" Sei la Lecciso dei poveri!"...è veramente brutto/a!...che divismo da pianerottolo..

     

Posta un commento

<< Home